Aziende
I criminali causano un danno su due

Quasi la metà di tutti i danni alla mobilia domestica è provocata da ladri e scassinatori. Questi sono i risultati di un’analisi condotta dal servizio di confronto internet comparis.ch.

La base di dati consiste in più di 1500 confronti di premi di assicurazioni mobilia domestica effettuati dall’inizio dell’anno. I danni ammontano in media a quasi 8400 franchi a furto con scasso. Ogni anno in Svizzera avvengono ben più di 50’000 furti: a pagarne le spese sono sia le vittime sia le assicurazioni mobilia domestica. Ladri e scassinatori provocano il 49 per cento di tutti i danni alla mobilia domestica in Svizzera, come dimostra una valutazione di comparis.ch (metodo spiegato nel riquadro). La quota è pari a 10 punti percentuali in più rispetto a due anni fa.

Aumento marcato | Attualmente circa il 3 per cento dei danni alla mobilia domestica è provocato da rapine, il 15 per cento da furti con scasso e il 31 per cento da furti semplici. Tra i furti semplici le assicurazioni annoverano i mobili da giardino rubati o il portagioie portato via dalla camera, ammesso però che il ladro si introduca in casa senza rompere nessuna porta o finestra.

I furti semplici e le effrazioni sono il motivo più frequente di danni alla mobilia domestica in Svizzera. Si classificano prima di danni materiali, danni a vetri, danni degli inquilini che non sono da ricondurre ad azioni criminali. Un danno alla mobilia domestica per furto può costare in media all’assicuratore, secondo comparis.ch, circa 8400 franchi. «Oltre al valore degli oggetti rubati i costi includono eventuali danni e relative riparazioni, come danni a serrature o finestre» spiega Sabine Östlund, portavoce di comparis.ch.

«La quota di danni alla mobilia domestica provocati da furti con scasso è decisamente aumentata negli scorsi anni» afferma Sabine Östlund. Ciò viene dimostrato da un confronto tra le cifre attuali e un’analisi del 2013.

Ai vertici della classifica negativa: il cantone Friburgo | Una valutazione di tutti i danni indicati su comparis.ch a partire dall’inizio del 2011 fa notare inoltre che la quantità più alta di danni alla mobilia domestica provocati da atti criminali viene registrata, in ordine di classifica, nei cantoni di Friburgo (62 per cento), Vaud (53 per cento), Basilea Città (50 per cento), Zurigo (45 per cento) e Neuchâtel (42 per cento). Esattamente in linea con la media nazionale si trovano Berna e Zugo, ciascuno con il 41 per cento. Al di sotto della media si trovano invece i cantoni di Ginevra (36 per cento), Argovia (30 per cento), Sciaffusa (28 per cento), Ticino (26 per cento) e Glarona (20 per cento).

Da una statistica della polizia federale, pubblicata a marzo di quest’anno, emerge che solo nel 2014 sono stati commessi circa 52’000 furti, i casi risolti ammontano però solo a uno su sette. A questi si sono aggiunti 11’400 furti avvenuti per porte e finestre aperte. Nella statistica della polizia questi casi sono considerati a parte come «furti con introduzione clandestina», mentre per le assicurazioni rientrano tra i «furti semplici».

Torna indietro
Iscriviti alla newsletter